Seguici su Facebook

Toscana Pride ha condiviso una foto
3 settimane fa
Oggi ricordiamo le vittime dell’Olocausto, persone che subirono sofferenze mostruose solo a causa di ciò che erano o di ciò che pensavano. Queste ricorrenze, oltre a farci riflettere sugli orrori del passato devono assolutamente spingerci a guardare il nostro presente. In più di 70 paesi al mondo le persone LGBTI* sono ancora perseguitate per legge e in 13 paesi vige la pena di morte. Anche per chiedere la depenalizzazione universale dell’omosessualità scenderemo il piazza il 27 maggio ad Arezzo. #depenalizzazilone
Toscana Pride ha condiviso una foto
3 settimane fa
Oggi il buongiorno ve lo diamo così... Grazie al Corriere di Arezzo per l'ampio spazio che ci ha dedicato! #ToscanaPride2017 #roadtoPride #CivediamoadArezzo
Toscana Pride ha condiviso uno stato
3 settimane fa
COMUNICATO STAMPA Road to Pride: ha inizio la grande mobilitazione per il Toscana Pride 2017 Oltre 30 realtà aretine sostengono il Toscana Pride 2017. “E’ solo l’inizio di un lungo percorso che coinvolgerà tutta la città e la regione - dichiarano gli organizzatori - quello di Arezzo sarà il Pride di tutti e di tutte” La città Arezzo ha risposto con una grande partecipazione e un grande entusiasmo alla call to action lanciata dal Comitato Toscana Pride. “Road to Pride” - l’assemblea pubblica che si è svolta a Villa Severi su iniziativa dal comitato Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo con l’obiettivo di coinvolgere la società civile nella macchina organizzativa del TOSCANA PRIDE 2017 in programma ad Arezzo il prossimo 27 maggio - è stata un successo senza precedenti. All’iniziativa erano infatti presenti circa 100 persone in rappresentanza di oltre 30 realtà del territorio provinciale tra associazioni, soggetti politici, enti istituzionali e attività commerciali, ma anche tantissime persone che a titolo personale hanno voluto dare il proprio sostegno alla manifestazione dell’orgoglio lgbtqi (lesbico, gay, bisex, trans e intesex) “Una risposta così forte dalla società civile non ce l’aspettavamo - confessano gli organizzatori - siamo convinti che l’entusiasmo delle persone che hanno partecipato all’assemblea sarà contagioso e avrà un effetto moltiplicatore. Vogliamo che questo Pride sia il Pride di tutti e di tutte. Proprio per questo lo costruiremo passo dopo passo insieme a tutti coloro che vorranno fare questa scommessa con noi. Siamo ancora molto emozionati, perché scoprire di avere tanti amici pronti a spendersi per realizzare il sogno di una società sempre più inclusiva e fiera delle differenze che esprime, è la sensazione più bella del mondo”. Durante la serata sono state raccolte idee, collaborazioni, suggerimenti e adesioni. In tantissimi hanno messo a disposizioni spazi e forze umane per contribuire fattivamente alla riuscita di questa grande manifestazione. Ed è emersa la volontà da parte di tutti i presenti di sostenere con forza la rivendicazione di pari diritti e uguaglianza per tutt* per la piena cittadinanza delle persone gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e intersex. Ecco l’elenco delle realtà associative presenti: Arci provinciale, Amnesty Arezzo, ANPI sezione di Arezzo, associazione culturale MCD Casentino, associazione culturale Karemaski Multi Art Lab, associazione InCostruzione, Centro giovani "Onda d'Urto",CGIL provinciale, ConKarma, cooperativa sociale L'Albero e la Rua, Casentino Love Affair, Diesis Teatrango compagnia teatrale, Human Library, "Lo Scudo di Pan" associazione animalista, Movimento Pansessuale - Arcigay Siena, Officine della Cultura, Oxfam Italia, Pronto Donna Centro antiviolenza, Spazio Seme - centro artistico internazionale, UISP comitato di Arezzo. Erano presenti anche soggetti politici: Arezzo in Comune, Federazione provinciale Partito Democratico, comitato Arezzo Possibile e istituzioni: Comune di Monte San Savino, Comune di Civitella in val di Chiana,le attività commerciali: MeltingPoint (negozio per animali) e Bio Lento (ristorante) e tantissime persone che a titolo personale hanno dato il loro contributo.
Visualizza su Facebook

Perché Toscana Pride?

Il Toscana Pride è promosso dalle associazioni e dai gruppi organizzati che animano il territorio della regione nello spazio LGBTIQA (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali, Intersessuali, Queer, Asessuali), al fine di promuoverne la piena cittadinanza. Il nostro intento è quello di trasformare l’indignazione, la paura e la rabbia per i soprusi e le discriminazioni in partecipazione attiva e costruttiva.

Come soggetti presenti concretamente sui territori, direttamente impegnati a rispondere ai molteplici bisogni delle persone LGBTIQA, rivendichiamo il ruolo di soggetto politico nel dialogo con le istituzioni, in merito alle politiche che incidono sulle nostre vite. Siamo stufi e stufe di essere considerati/e solo nello spazio ristretto all’interno del quale ci confinano una certa propaganda e una parte del dibattito politico odierno.

News

Il Toscana Pride ad Arezzo – Sabato 27 Maggio 2017

23 dicembre 2016

Sabato 27 maggio 2017 Il Toscana Pride ad Arezzo  Dopo il successo delle 30.000 presenze a Firenze, l’annuncio del Comitato: “Non ci fermeremo: “La coperta dei diritti è ancora troppo corta: tutela delle famiglie arcobaleno e lotta all’omo/bi/lesbo/transfobia al centro della nostra rivendicazione” Il TOSCANA PRIDE 2017 si terrà sabato 27 maggio ad Arezzo.  Ad… Continua a leggere »

SOSTIENI IL TOSCANA PRIDE