OLTRE LA NORMA: LA TRAPPOLA DEI GENERI





“Esistere oltre la costruzione binaria è una rivendicazione che rimette in discussione la naturalizzazione della società, degli orientamenti sessuali e i posizionamenti politici femministi e del movimento LGBTQI+.
Le persone non binarie vedono spesso invalidate o negate le proprie esistenze perché non rientranti nelle categorie di decodificazione della realtà utilizzate per costruire e conservare la struttura sociale.
Analizzare le zone di sovrapposizione e di negoziazione politica ed esistenziale con il pensiero femminista è necessario. Indagare i confini tra gli orientamenti sessuali alla luce di queste esistenze, inevitabile. Confrontarsi sui punti di tensione con il mondo transgender auspicabile.
Siamo di fronte ad un cambiamento di percezione e concezione del genere?”
Ethan Eretico Bonali

–Il genere o meglio i generi sono ruoli socialmente definiti che si assegnano ad uomini e donne sulla base del loro sesso. Noi nasciamo femmine o maschi, e poi ciò che c’è attorno a noi ci dice cosa dobbiamo fare o non dobbiamo fare come femmine o maschi, cosa ci si aspetta da noi, perché godiamo o no di un diritto o di un altro e così via. E’ ovvio che tutto questo non ha a che fare direttamente con il sesso, ma la socializzazione di genere in tutto il mondo, con rare e non estese eccezioni, ha principalmente a che fare con il controllo delle risorse, del territorio e della cultura, e quindi la mistica della femminilità o della mascolinità intese come insieme di caratteristiche trascendenti ed immutabili, fissate da dio o dalla natura all’atto della creazione, è solo funzionale al mantenimento di un assetto di potere. Si tratta di un assetto assai sbilanciato (tutto sul maschile) che possiamo meglio definire come un vero e proprio”dominio”.
Uscire da questa logica così fortemente condizionante e quindi rompere questo dominio, é quanto di più fortemente trasgressivo si possa attuare in una società come la nostra così patologicamente normativa che ha creato arbitrariamente i generi, rigorosamente solo due, e i ruoli ad essi attribuiti.
Quella dei generi, il binarismo escludente e ghettizzante che rappresentano, è quindi una trappola anacronistica, un artificio deleterio ed inutile dal quale vorremmo tentare di liberarci.

NE DISCUTEREMO CON ETHAN BONALI IN UNA CONVERSAZIONE APERTA E “DISINVOLTA”, CHE CI PERMETTA DI AFFRONTARE ANCHE UNA RIFLESSIONE PIÙ SISTEMATICA SULLA DIFFICILE RELAZIONE TRA SESSUALITÀ E GENERE.

Evento patrocinato da Università per Stranieri di Siena e promosso da Movimento Pansessuale – Arcigay Siena e Non una di meno Siena

Dettagli evento

21 maggio 2018

18:00

Università per Stranieri di Siena - Aula 1 - 2

Piazzale Carlo Rosselli, Siena, SI, Italia MOSTRA SU GOOGLE MAPS

Organizzatore



Movimento Pansessuale Arcigay Siena

E-mail info@movimentopansessuale.it

Sito web

SOSTIENI IL TOSCANA PRIDE